Video

Esperienza di una ragazza vittima di cyberbullismo








Cyberbullismo

Caratteristiche
Il cyberbullismo è bullismo nello spazio virtuale, le prevaricazioni avvengono tramite Internet o cellulare - autore e vittima non sono fisicamente uno di fronte all'altra. L'autore può diffondere rapidamente e senza difficoltà testi offensivi, voci, immagini o filmati umilianti in rete, senza dover affrontare direttamente la reazione della vittima. Per il bullo virtuale è più facile mantenere l'anonimato o almeno una certa distanza, può attaccare senza rivelare il proprio nome, può ferire senza dover temere una reazione.

I messaggi offensivi si diffondono molto rapidamente fra un bacino di utenti molto vasto. Di conseguenza, le vittime non si sentono più al sicuro, poiché le vessazioni le raggiungono via Internet persino nelle proprie mura. È inoltre difficile cancellare le offese, che quindi, una volta pubblicate in rete, possono essere rilette e riguardate ripetutamente. Per la vittima è dura dimenticare e superare le violenze subite. Il cyberbullismo contribuisce in questo modo a rafforzare la sofferenza della vittima.

Tipi di cyberbullismo
Categorie di cyberbullismo:

  1. Flaming: messaggi online violenti e volgari mirati a suscitare battaglie verbali in un forum.

  2. Molestie (harassment): spedizione ripetuta di messaggi insultanti mirati a ferire qualcuno.

  3. Denigrazione: sparlare di qualcuno per danneggiare gratuitamente e con cattiveria la sua reputazione, via e-mail, messaggistica istantanea, gruppi su social network, etc.

  4. Sostituzione di persona ("impersonation"): farsi passare per un'altra persona per spedire messaggi o pubblicare testi reprensibili.

  5. Inganno: (trickery); ottenere la fiducia di qualcuno con l'inganno per poi pubblicare o condividere con altri le informazioni confidate via mezzi elettronici.

  6. Esclusione: escludere deliberatamente una persona da un gruppo online per provocare in essa un sentimento di emarginazione.

  7. Cyberpersecuzione ("cyberstalking"): molestie e denigrazioni ripetute e minacciose mirate a incutere paura.

  8. Doxing: diffusione pubblica via internet di dati personali e sensibili.


Come possiamo evitare gli atti di cyberbullismo?
Per evitare gli atti di cyberbullismo, è necessario che gli adulti ci educhino ad una «navigazione» responsabile, esplorino e discutano con noi le opportunità e i rischi della rete.
Abbiamo bisogno di essere guidati affinché impariamo a gestire il confine tra vita pubblica e privata, tra reale e virtuale.
Sui social affrontiamo la nostra vita affettiva e ci costruiamo l'identità all'interno del gruppo e della scuola.
Non sempre sappiamo tutelarci, anticipare ed evitare i possibili pericoli. Inoltre, il cellulare/internet può diventare una presenza totalizzante che crea dipendenza.